I 10 migliori Film e Serie TV da vedere sul Muro di Berlino

A trent’anni dalla sua caduta, Fatti per la Storia ripercorre in quest’articolo la storia del Muro di Berlino attraverso film serie TV che hanno parlato della costruzione e delle conseguenze del suo abbattimento. Simbolo della Guerra Fredda e della divisione in blocchi, il Muro di Berlino ha ispirato, a partire dal 1965 fino ai giorni nostri, un vasto numero di pellicole cinematografiche e produzioni audiovisive: ecco la nostra selezione.

LEGGI LO SPECIALE MURO DI BERLINO

10 film sul Muro di Berlino e sulla Germania Est (in ordine cronologico)

1. La spia che venne dal freddo (1965)

La spia che venne dal freddo è un film del 1965 diretto dal regista e commediografo statunitense Martin Ritt. La pellicola è tratta dal romanzo omonimo di John Le Carré.


la spia che venne dal freddo

La spia che venne dal freddo, trama e streaming: una spy-story all’ombra del Muro

Una spia inglese riceve l’ordine di far fuori il capo dello spionaggio della Germania dell’Est. Per raggiungere il suo scopo si finge alcolizzato e intraprende una relazione sentimentale con una giovane donna iscritta al Partito comunista britannico. Così facendo spera che i nemici della Germania Orientale lo pensino disposto a tradire. Il piano ha successo e la spia viene portata a Berlino, qui inizia a fornire informazioni, per dimostrare che il suo avversario è in realtà un agente della Germania Ovest. Alla fine però, dopo la morte della ragazza, capirà di essere stato ingannato anche lui dai suoi superiori e sceglierà di togliersi la vita sul muro di Berlino.

Guarda il film completo in streaming su Fatti per la Storia:

Richard Burton per la sua interpretazione in “La spia che venne dal freddo” vinse il David di Donatello del 1966 come miglior attore straniero.

2. Funerale a Berlino (1966)

Funerale a Berlino è un film del 1966 diretto dal regista britannico Guy Hamilton. È il secondo di una serie di cinque pellicole prodotte a cavallo tra gli anni sessanta e novanta, in cui l’attore Michael Caine veste i panni della spia del Secret Intelligence Service, Harry Palmer, personaggio creato dalla fantasia di Len Deighton.

funerale a berlino

Funerale a Berlino, trama e trailer: un film sullo spionaggio russo a Berlino Est

Un colonnello russo deve riuscire assolutamente a superare il confine tra le due zone di Berlino; il servizio segreto inglese dà l’incarico all’agente Palmer dell’operazione. Palmer si mette d’accordo per risolvere la missione con il tedesco Kreuzmann, specialista in evasioni. Nella bara che valica il confine del muro di Berlino, però, Palmer non trova il colonnello russo, ma il cadavere di Kreuzmann.

3. Il sipario strappato (1966)

Il sipario strappato è un film del 1966 diretto dallo storico regista britannico Alfred Hitchcock.


il sipario strappato

Il sipario strappato, trama e streaming: una storia controcorrente, da Berlino Ovest a Est

La pellicola, ambientata nell’Europa della guerra fredda, racconta le vicende di uno scienziato americano, specializzato in congegni antimissilistici che finge di passare al servizio dei comunisti e con la fidanzata chiede asilo politico nella Germania Est.

Guarda il film completo in streaming su Fatti per la Storia:

Il sipario strappato, curiosità: il caso di Bruno Pontecorvo

Tra la fine della guerra e il crollo del muro di Berlino, più di 3 milioni di cittadini della DDR emigrarono nella Germania Ovest tranne alcuni casi famosi, ma statisticamente irrilevanti, come ad esempio quello del fisico nucleare italiano Bruno Pontecorvo, il caso, questo, più somigliante a quello del film.

4. Il cielo sopra Berlino (1987)

Il cielo sopra Berlino è un film del 1987 diretto dal regista tedesco Wim Wenders. La pellicola è stata parzialmente ispirata dalle poesie di Rainer Maria Rilke.


il cielo sopra berlino

Il cielo sopra Berlino, trama e trailer: il film cult sulla Berlino pre 8 novembre 1989

È la storia di due angeli, Damiel (Bruno Ganz) e Cassiel (Otto Sander), che vagano per la città di Berlino invisibili a osservare i berlinesi con i loro sogni e problemi, senza poter far nulla per dargli una mano: il film restituisce allo spettatore uno spaccato importante della città prima della caduta del muro di Berlino.

5. Il silenzio dopo lo sparo (2000)

Il silenzio dopo lo sparo è un film del 2000 diretto dal regista tedesco Volker Schlöndorff.

Il_silenzio_dopo_lo_sparо

Il silenzio dopo lo sparo, trama e trailer: un film sulle conseguenze del crollo del Muro

Rita è una giovane donna dal carattere forte, in passato ha militato nella RAF, organizzazione terroristica social-comunista attiva in Germania negli anni ’70. Rifugiatasi nella DDR (dopo aver formato un’alleanza segreta con alcuni membri della Stasi), cerca di costruirsi una vita nuova, all’apparenza normale: nella Germania Est trova l’anima gemella e diventa amica di Tatjana, una donna che al contrario sogna di andare a vivere aldilà del Muro, nella Germania Ovest. Ma proprio il crollo del muro di Berlino e la riunificazione delle due Germanie turberà la vita di Rita che, ricercata dalla polizia di tutta Europa, dovrà fare i conti con il suo passato.

6. The Tunnel (2001)

The Tunnel è un film del 2011 diretto dal regista tedesco Roland Suso Richter.

The Tunnel, trama e trailer: un tunnel per Berlino Ovest

Il film è ambientato nell’agosto del 1961 quando il governo della Repubblica Democratica Tedesca costruisce il muro destinato a dividere la città di Berlino in due blocchi. Familiari, parenti e amici colti impreparati vengono separati dall’improvvisa divisione, ma non tutti si arrendono. Nove mesi più tardi Harry, profugo della DDR, ordisce con un gruppo di studenti di Berlino Ovest un piano molto rischioso: scavare un tunnel di 136 metri dal blocco orientale a quello occidentale della città, con lo scopo di consentire di fuggire ad amici e parenti.

LEGGI LE FUGHE DA BERLINO EST

7. Berlin Blues – Herr Lehmann (2003)

Berlin Blues (in lingua originale, Herr Lehmann) è un film del 2003, diretto dal regista tedesco German Leander Haußmann basato sull’omonimo romanzo di Sven Regener. Il libro ha avuto un gran successo in patria tanto da farne appunto una versione cinematografica.

Berlin Blues – Herr Lehmann, trama e trailer: un film sulla Berlino Ovest pre caduta del Muro

Il film racconta la storia di un gruppo di ragazzi residenti a Berlino Ovest, i quali vengono rappresentati come dei giovani senza grandi aspettative, rinchiusi in una prigione di città (per l’esattezza nel perimetro del quartiere Kreuzberg di Berlino), circondati dalla DDR (Repubblica Democratica Tedesca). Si parla di ragazzi che lavorano come camerieri o baristi in diversi pub e, che quando finiscono il turno, li frequentano, vivendo la vita notturna di Berlino Ovest.

Berlino Ovest è rappresentata come la patria del consumismo, in totale antitesi con l’Est in cui alcuni prodotti erano complicati da trovare se non impossibili, e i suoi abitanti come persone iperattive (tutti tranne uno il signor Lehmann appunto), incapaci di stare senza bere o mangiare di continuo. Persi nella loro iperattività i residenti dell’Ovest non si interessano alle vicende del Muro, né a cosa succeda aldilà della costruzione.

8. Good Bye, Lenin! (2003)

Good Bye, Lenin! è un film del 2003 del regista tedesco Wolfgang Becker. La pellicola, divenuta una delle più apprezzate nella storia del cinema tedesco, è ispirata al fenomeno post-riunificazione delle due Germanie dell’Ostalgie.

Good Bye, Lenin!, trama e trailer: la commedia tedesca sul fenomeno della nostalgia per la Germania Est

A Berlino Est nel 1989 vive la famiglia Kerner. Mentre il padre è scappato all’Ovest, la madre Christiane è una comunista ortodossa fedele alla linea del Partito Comunista. Un giorno viene colpita da un’infarto e mentre si trova in coma avviene la caduta del Muro. Otto mesi dopo Christiane si risveglia dal coma in una società completamente diversa da come l’aveva lasciata ma suo figlio Alex è stato avvisato dai medici: lo choc in seguito al crollo del sistema sociale in cui ha creduto potrebbe risultargli fatale. È quindi necessario far finta che nulla sia cambiato.

9. Le vite degli altri (2006)

Le vite degli altri è un film del 2006 diretto dal regista tedesco Florian Henckel von Donnersmarck, vincitore del Premio Oscar per il miglior film straniero.

La pellicola racconta la storia della DDR indagando sul ruolo della Stasi, la polizia segreta della Germania dell’Est che, dal 1950 al 1989, costituì nella zona Orientale un rigido regime poliziesco sul modello del KGB dell’URSS.

le vite degli altri

Le vite degli altri, trama e trailer: il film sulla storia della Stasi

Il film è ambientato a Berlino Est nel 1984, il capitano Gerd Wiesler è una spia della Stasi, la polizia di stato che controlla le vite dei cittadini della Repubblica Democratica Tedesca. Un fervente sostenitore della causa comunista, servita con diligenza e rettitudine. Dopo aver preso parte all’opera teatrale di Georg Dreyman, un famoso drammaturgo dell’Est che segue con fermezza le linee dettate dal partito, riceve a sorpresa l’ordine di sorvegliarlo. Il ministro della cultura Bruno Hempf si è innamorato della compagna di Dreyman, l’attrice Christa-Maria Sieland, e vorrebbe trovare delle prove della colpevolezza dell’artista per avere terreno spianato con la sua consorte. Ma l’intercettazione avrà l’esito opposto, Wiesler entrerà a far parte delle loro vite non per denunciarle ma per diventare loro complice.

10. Il ponte delle spie (2015)

Il ponte delle spie è un film del 2015, diretto dal premio Oscar, Steven Spielberg, che vede nel ruolo del protagonista Tom Hanks.

ponte-delle-spie

Il Ponte delle Spie, trama: il film tratto da una storia vera avvenuta sul ponte di Glienicke

La pellicola è ambientata durante il periodo della Guerra Fredda e tratta la storia realmente accaduta di James Donovan: un avvocato newyorkese che si ritrova coinvolto nel bel mezzo di un intrigo politico-spionistico. Viene infatti incaricato dalla CIA di una missione quasi impossibile: andare a Berlino per trattare e portare a termine lo scambio tra un pilota dell’aviazione americana (Francis Gary Power), abbattuto nei cieli dell’Unione Sovietica mentre volava a bordo di un aereo spia Lockheed U2, e un agente sovietico (Rudolf Abel) arrestato a New York, di cui Donovan aveva assunto la difesa.

LEGGI L’ APPROFONDIMENTO SUL PONTE DELLE SPIE

2 Serie TV sul Muro di Berlino

1. Deutschland 83: trama e trailer

L’8 marzo 1983, in un discorso pronunciato ad Orlando, il Presidente americano Ronald Reagan si rivolge all’Unione Sovietica con un’espressione antonomastica divenuta celebre: l’Impero del Male.

Deutschland 83

È da qui che prendono il via le vicende della serie TV tedesca Deutschland 83, il cui protagonista è il 24enne Martin, inviato dalla Stasi aldilà del muro nella Germania dell’Ovest per recuperare informazioni sui piani militari della NATO. Catapultato dall’oggi al domani in un mondo geograficamente vicino, ma al tempo stesso distante e sconosciuto, il giovane viene travolto dalle mode, dai costumi e dalla modernità dell’Occidente capitalista.

Oltre a rappresentare un avvincente affresco di quei mesi turbolenti, la serie si contraddistingue – al contrario di tante altre “spy-story” – per il fatto di non identificare un buono ed un cattivo tra i due schieramenti: i sovietici e gli occidentali sembrano più due fazioni identiche e avverse, ognuna con i suoi difetti e pregi, ognuna pronta a condizionare totalmente le vite dei suoi cittadini al solo fine di sopraffare il nemico.

2. The Same Sky: trama e trailer

The Same Sky, il cui titolo originale è Der gleiche Himmel, è una miniserie tedesca del 2017, ambientata durante il periodo della Guerra Fredda.

the same sky

Il protagonista della serie è l’agente Romeo interpretato da Tom Schilling, il quale riceve l’ordine di lasciare Berlino Est e di andare aldilà del muro, nella controparte dell’Ovest con lo scopo di sedurre una agente avversaria. La missione è di diventare intimo confidente di Lauren Faber interpretata da Sofia Helin: una donna vulnerabile perché da sola con un figlio, ma dall’importante ruolo visto che lavora per gli inglesi nella base di spionaggio di Teufelsberg. Il fine ultimo ovviamente è quello di ottenere informazioni riservate. Nella missione l’agente tedesco fa la conoscenza anche di Sabine Cutter (Friederike Becht) amica della Faber e agente per gli Stati Uniti.