Balloon, il film su una spettacolare fuga dalla Germania Est

Il film di produzione tedesca “Balloon” è tratto dalla vera storia delle famiglie Strelzyk e Wetzel che nel 1979 tentano di fuggire dalla Repubblica Democratica tedesca.

LEGGI LO SPECIALE MURO DI BERLINO

Balloon, trama

Estate 1979. Le famiglie Strelzyk e Wetzel vogliono fuggire dalla Germania dell’Est. Da quasi due anni stanno lavorando ad un piano audace: costruire una mongolfiera con la quale attraversare il confine per raggiungere la Germania Ovest.


Quando le condizioni meteorologiche diventano favorevoli si avventurano di notte, ma prima di giungere a destinazione la mongolfiera si schianta al suolo. La Stasi, l’organizzazione di spionaggio nella Repubblica Democratica tedesca, trova le tracce della tentata fuga e apre immediatamente un’indagine, costringendo i protagonisti ad una snervante corsa contro il tempo per riuscire a costruire un nuovo pallone aerostatico.

Balloon è ispirato a una storia vera. Il 16 settembre 1979 le famiglie Strelzyk e Wetzel fuggono dalla Germania Est alla Germania Ovest su una mongolfiera che si sono costruite. Protetti dall’oscurità della notte, quattro adulti e quattro bambini riescono a superare il confine tra le due Germanie e atterrano in un campo vicino la cittadina di Naila, nella Franconia orientale.

La mattina seguente i media tedeschi e internazionali danno la notizia dell’incredibile impresa definendola come la “più spettacolare fuga dalla Germania Est“.

Balloon, cast

Il regista e produttore tedesco Michael Bully Herbig dirige la pellicola che vede come attori protagonisti: Friedrich Mücke e Karoline Schuch, che vestono i panni di Peter e Doris Strelzyk, e David Kross e Alicia von Rittberg, che interpretano Günter e Petra Wetzel.

Il nemico per i fuggitivi è rappresentato dalla Stasi e, in particolare, dal luogotenente colonnello Seidel, brillantemente interpretato da Thomas Kretschmann. Determinato a impedire un secondo tentativo di fuga con la mongolfiera, Seidel si dimostra un abile e astuto cacciatore dell’apparato di sicurezza sovietico.

A completare il cast sono i giovani attori: Jonas Holdenrieder, Tilman Doebler, Ronald Kukulies e Emily Kusche.


Curiosità

  • Riferendosi all’incredibile vicenda che sta al centro del film il regista Michael Herbig racconta:

“Dev’essere stato un avvenimento davvero emozionante e spettacolare. Moltissime persone hanno cercato di scappare dalla Germania Est. Si nascondevano nei bagagliai, scavavano tunnel, ma cucire un enorme pallone aerostatico, infilarsi in una navicella in balia del vento e salire a un’altitudine di duecento metri è di un’audacia incredibile.”

  • L’attrice Karoline Schuch, che interpreta Doris Strelzyk, ha invece rilasciato le seguenti impressioni sul suo personaggio:

“Credo che il legame tra Doris e il marito Peter fosse pieno d’amore. Doveva per forza esserlo, se hanno dato vita a questo folle progetto: ci si può lanciare in un’impresa così temeraria soltanto se c’è fiducia reciproca. Doris Strelzyk è una donna forte che, pur non prendendo totalmente il controllo della situazione, è fermamente convinta che suo marito non stia affatto giocando con il destino dell’intera famiglia.”

SCOPRI CINQUE CLAMOROSE FUGHE DA BERLINO EST